I Giganti di Mont'e Prama, Museo Nazionale di Cagliari e Cabras

I Giganti di Mont’e Prama

Archeologia

I Giganti di Mont’e Prama, l’affascinante mistero che arriva dal passato

I Giganti di Mont’e Prama (i Giganti del Monte delle Palme), ospitatati nel Museo Archeologico Nazionale di Cagliari e nel Museo Civico di Cabras, sono le uniche statue riemerse da un passato per certi versi ancora misterioso, e che riguarda l’intera epoca nuragica.

Ritrovati nel 1974, dopo un lungo e paziente lavoro di restauro, i Giganti di Mont’e Prama hanno ritrovato ora l’antico splendore.

Sono ben 28 le statue ricomposte, e hanno tutte un’altezza di circa 2 metri. Il primo impatto è davvero emozionante: scoprire gli albori di una cultura ancora misteriosa, ma ricca di un fascino tangibile.

Si viene colpiti da un lavoro fatto probabilmente a più mani, raffigurante degli arcieri che insieme all’arco presentano una guaina a protezione di un braccio. I guerrieri impugnano poi uno scudo circolare decorato nei minimi particolari, e uno scudo protettivo sopra la testa.

I Giganti di Mont’e Prama rappresentano un passato lontano dei sardi, un’emozione assolutamente da vivere nel visitare la Sardegna.

 

I Giganti di Mont’e Prama sono stati ritrovati nel sito di Sa Marigosa, località del Sinis.

Questo ritrovamento costituisce una novità archeologica di grande rilievo non solo per la Sardegna ma per tutta la zona geografica compresa tra la Grecia e l’Atlantico.

Tutte le 28 statue hanno naso e sopracciglia marcati e dei grandi occhi composti da due cerchi concentrici.

I Giganti sono stati rinvenuti nell’Heroon di Monte Prama, l’area funeraria e monumentale che rappresenta una scoperta davvero straordinaria.

Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *