Una straordinaria cultura gastronomica

Enogastronomia Lifestyle

La Sardegna è un’isola al centro del Mediterraneo, da sempre ambita meta del turismo nazionale e internazionale, non solo per le sue famose coste e spiagge, per il suo patrimonio ambientale, paesaggistico, archeologico e storico-architettonico, ma anche per la sua straordinaria gastronomia, basata su prodotti millenari, dal gusto inconfondibile, unici al mondo.

La cultura enogastronomica sarda vanta migliaia di ricette, e centinaia di tipologie differenti di pani, di dolci, di paste, di formaggi, di vini, di olii.

I cibi sardi sono prodotti eccellenti, sani e gustosi, grazie all’ambiente incontaminato di produzione, e ai saperi delle comunità del cibo che li confezionano, spesso con ricette antiche, tramandate di generazione in generazione.

Vini della Sardegna e Denominazioni di origine

L’introduzione delle denominazioni di origine risponde al bisogno di evidenziare le origini varietali e territoriali dei vini e i caratteri distintivi che queste origini conferiscono loro.

Ciò è particolarmente vero in Sardegna, dove la diversificazione determinata dalle diverse aree e dai numerosi vitigni coltivati, rende difficile tracciare una linea comune a tutti i vini prodotti. In Sardegna sono presenti 15 Igt, 17 Doc e 1 Docg.

Vitigni della Sardegna

Nell’Isola di Sardegna clima, suolo e vitigni, intelligentemente valorizzati dall’uomo, originano vini di grande qualità, alcuni vigorosi e dalla forte personalità, altri eleganti e aristocratici, sempre concepiti in armonia tra produzione e ambiente.

DOCG – Denominazione di Origine Controllata Garantita

La denominazione DOCG designa un vino in cui oltre ai normali controlli qualitativi necessari per il riconoscimento della Doc, si aggiunge una verifica ulteriore finalizzata a certificarne il pregio.

La bottiglia deve portare obbligatoriamente uno speciale sigillo a chiusura. Il nostro Vermentino di Gallura si pregia della DOCG.

DOC – Denominazione di Origine Controllata

Con la sigla DOC si intende il nome geografico di una zona che viene utilizzato per designare un prodotto che presenta caratteristiche qualitative speciali, connesse all`ambiente naturale ed ai fattori umani del luogo di produzione. I vini Doc, riconosciuti e certificati dalla Comunità Europea, devono rispondere ai requisiti stabiliti nel relativo disciplinare di produzione, che ne definisce i parametri fondamentali – gradazione alcoolica minima, caratteristiche relativeconcernenti al colore, limpidezza, aroma, sapore e via discorrendo.

IGT – Indicazione Geografica Tipica

L’IGT costituisce il primo livello di classificazione dei vini tipici. Con Igt si intende il nome geografico di una zona, che viene adoperato per designare il prodotto che ne deriva. La menzione Igt è usata per contrassegnare vini aventi caratteristiche organolettiche particolari, derivanti dalle zone di produzione; queste zone devono essere comprese in un ampio territorio viticolo, contraddistinto da un’uniformità ambientale tale da conferire al vino ivi prodotto caratteristiche omogenee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *